hCard: il biglietto da visita digitale

Foto hcardDalla nascita del web semantico culminato con il progetto Schema.org i vari motori di ricerca hanno cercato di fornire risultati sempre di più basati sulla ricchezza dei contenuti; ciò è reso possibile dai nuovi microformati applicabili alle pagine xhtml in grado di fornire informazioni aggiuntive sulla tipologia di contenuti.

In pratica i microformati “etichettano” il contenuto definendone la tipologia; i motori di ricerca, a loro volta, quando passano sui siti sono in grado di leggere queste etichette e fornire informazioni aggiuntive nelle serp.

L’hCard rientra in questa classe di “contentuti ricchi” ed è un microformato standard per includere in un documento xhtml informazioni di contatto riferite allo standard vCard (versitcard), cioè il biglietto da visita elettronico.

L’hCard può essere utilizzato in qualsiasi documento web per fornire informazioni aggiuntive su persone o aziende con i classici dati del biglietto da visita: nome, indirizzo, numeri di telefono e fax, email e tutte le altre informazioni. Nonostante l’hCard non sia oggi l’unico metodo per fornire questa gamma di informazioni (con l’avvento di Schema.org è subentrato l’utilizzo dei microfomrati http://schema.org/Person, http://schema.org/Place e http://schema.org/Organization) è ancora uno degli standard più utilizzati.

Qui trovate una guida di come è strutturato un biglietto da visita elettronico e quali sono le informazioni che possono essere inserite; ad esempio in questo sito ho utilizzato l’hCard per descrivere semanticamente il mio nome e il mio indirizzo.

Questo è il relativo codice:

<span id="hcard-Stefano-Salustri">
<a href="http://www.stefanosalustri.com">Stefano Salustri</a><span>
<span>via Marconi, 31</span> <span>Arrone</span> - <span>Terni</span> - <span>05100</span>
</span>

Il microformato hcard può essere utilizzato anche per le ziande, non solo per le persone ed è molto utile per fornire ai motori di ricerca informazioni aggiuntive sul nostro sito ed in particolare:

  • Tipo di attività: persona o azienda;
  • Indirizzo e quindi tutte le informazioni relative alla nostra “presenza fisica”;
  • Informazioni di contatto.

Tutti questi dati possono essere letti dai motori di ricerca e possono essere visualizzatin in diversi modi, ad esempio:

  • L’indirizzo fisico dell’attività può essere mostrato da Google come informazione su Google Places;
  • Il numero di telefono può essere visualizzato come tasto rapido di chiamata per i devices che supportano servizi come Skype;
  • Il nostro nome e cognome possono essere integrati (anche attraverso altre informazioni) in servizi come Google Plus.
Inserito in:

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...