I contenuti copiati fuori dal web

Quando si parla di contenuti copiati subito si pensa a Google e ai tanti update (Panda su tutti) fatti nel corso degli anni all’algoritmo di ricerca, per combattere, penalizzare e per ultimo escludere chi utilizza contenuti altrui nelle proprie pagine web senza citarne la fonte o averne il permesso.

Lo scopo, visto lato search engine, è quello di fornire dei risultati di ricerca il più pertinenti possibile, colpendo quindi chi prova a manipolare la serp attraverso procedure non consone, come il plagio di contenuti altrui (testi, foto, documenti o altro.)

La lotta ai copioni del web, essendo diventato ormai argomento quotidiano per chi si occupa di siti internet, motori di ricerca e web marketing non fa più notizia; fa notizia invece quando i copioni sono al di fuori della Rete e la loro pratica non trasparente li porta di fronte ad una commissione Universitaria.

La storia riguarda due studenti dell’Università di Perugia le cui tesi sono state respinte dalla Commissione di Laurea in quanto sospette di contenere contenuti plagiati, ovvero contenuti non originali, di cui non si è citata la fonte.

“Il Giornale dell’Umbria”

La notizia ha fatto molto clamore ed è finita su diversi articoli e quotidiani umbri; secondo il preciso regolamento dell’Ateneo Perugino ed in particolare del Dipartimento di Scienze della Comunicazione (dipartimento di appartenenza dei due laureandi) è “compito del relatore della tesi…quello di verificare, per quanto possibile, che essa non contenga gli estremi del plagio. Nel caso in cui parti significative della tesi risultino copiate o riproducano le idee di altri senza le opportune citazioni, il relatore non procederà all’accettazione della tesi.”

Le tesi dei due studenti sono ora la vaglio della Commissione che dovrà esaminarle e decidere se sono inappropriate; i due laureandi, che hanno già saltato l’attuale sessione di laurea, rischiano di dover saltare anche la prossima.

Inserito in:

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...