Link building

Tecniche di link buildingIl termine link building significa letteralmente “costruzione/creazione di link” e definisce quell’attività , all’interno dell’ambito SEO, di posizionamento off page che consiste nel far aumentare l’authority di un sito attraverso la creazione di backlinks, ovvero link in entrata verso il sito.

Le caratteristiche principali dei backlinks per determinarne l’efficacia in termini di ottimizzazione e posizionamento sono:

  • qualità dei link: la qualità di un link si calcola sulla base della qualità della pagina linkante in termini di page rank, autorità del sito e del dominio, anzianità del sito linkante, tipo di dominio (es: .gov), link dofollow o nofollow (cioè che passa link juice o meno), tipo di link (testuale, immagine, ..), posizione del link (footer, contenuto, blogroll, …);
  • quantità dei link: il numero dei link in entrata verso un sito influisce anche’esso sul posizionamento anche se in termini minori rispetto alla qualità dei link;
  • pertinenza del link: coerenza del link con il sito linkato (rientra nella macroarea della qualità del link) e si calcola semanticamente in base all’anchor text (testo linkato), al title del link, al testo presente intorno al link.

Un’altra caratteristica dei backlinks riguarda la “naturalezza” dell’attività di link building; i motori di ricerca, Google su tutti, da sempre combattono le attività spammose di link building e tutte quelle attività volte a manipolare i risultati presenti nelle serp. Con il Penguin Update Google ha voluto dare un duro colpo allo spam a tal punto da far rientrare nella penalizzazione molti siti dove nel tempo sono state adottate massicce campagne di link popularity (fatte nel modo sbagliato).

Per chi si occupa di Consulenza SEO diventa quindi importantissimo trovare il giusto equilibrio tra ottimizzazione, on e off page, e naturalezza del processo per evitare di incorrere in penalizzazioni.

Per fare ciò dal 2012 in poi diventa fondamentale creare link pertinenti, utili per gli utenti ed efficaci, in poche parole, link di qualità che siano diversificati e naturali (nofollow/dofollow, video, immagini, testuali, domini diversi, …) .

Tra le tecniche di link building ancora oggi efficaci ed utili per il posizionamento ci sono:

  • Link da guest post di qualità;
  • Link da directory di qualità;
  • Link da contenuti multimediali (video, app, widget, infografiche, etc..);
  • Link da commenti pertinenti su blog;
  • Link su forum di qualità e pertinenti;
  • Link da sponsorizzazioni;
  • Link sociali.

Da evitare assolutamente invece:
  • Network di link;
  • Article marketing spammoso;
  • Link a pagamento;
  • Scambio link;
  • Tutto lo spam in generale (quando è spam? chiedetevi sempre, se l’utente clicca sul link che ho inserito trova contenuti realmente inerenti all’argomento che stava cercando?).

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading Facebook Comments ...