Articoli su: Web Semantico

Aggiornamenti, approfondimenti ed articoli sul Web Semantico e sul Web 3.0 per capire gli scenari presenti e futuri nell’evoluzione del web con particolare attenzione legata agli aspetti del Search Marketing.

  • Twitter Card

    Social Markup Tags: cosa sono e come utilizzarli

    I Social Markup Tags o Social Media Tags rientrano nell’ambito della SMO (Social Media Optimization) e costituiscono vere e proprie informazioni di interpretazione per i motori di ricerca e per altri siti web, come i social networks. Attraverso i Social Media Tags è possibile marcare i contenuti web con tag specifici che aggiungono informazioni supplementari […]

  • Google Data Highlighter

    Google Data Highlighter: evidenziatore di dati strutturati

    Sono ormai anni che si parla di web 3.0, dati strutturati e motori di ricerca semantici, in grado di fornire risultati adeguati alle query cercate dagli utenti tramite una contestualizzazione delle ricerche. Era il lontano 2011 quando venne annunciato il progetto Schema.org nato con l’obiettivo di creare un linguaggio universale di dati strutturati, riconosciuto da […]

  • Link building senza link

    Si può fare link building senza link? Tecnicamente è impossibile, o almeno oggi come oggi è impossibile, ma se con il progredire del web semantico il link non fosse più il fattore principale della SEO off page? Allora in quel caso Google, o chi per lui, potrebbe iniziare (in realtà già lo fa) a prendere […]

  • Il 2013 sarà l’anno del web semantico?

    Ogni inizio di nuovo anno è occasione per parlare delle predizioni per l’anno appena entrato; io faccio il contrario, mi (e vi) pongo una domanda. Dopo tutto quello che abbiamo visto nel 2012 secondo voi il 2013 sarà l’anno di svolta per il web semantico? Ma vediamo alcune premesse che mi hanno portato a pormi […]

  • i.search: applicazione semantica per browser

    Più volte in questo blog ho parlato di web semantico e di come tutti i motori di ricerca, ormai da anni, stanno lavorando ad una nuova definizione di web 3.0. Tra vari esperimenti, più o meno noti, ne segnalo uno made in italy, creato da Twinpeople “start-up italiana di idee digitali legate dall’affintà”; il progetto […]

  • google-authorship-blogger

    Authorship markup per blogger

    Già in passato ho parlato di come implementare il markup autore per Google su un sito web; oggi vediamo invece la procedura per implementare l’authorship markup su un blog ospitato su piattaforma blogger (tutti quei blog che hanno blogspot nel dominio per intenderci). Visto che di per sé Blogger è un prodotto Google la procedura […]

  • Serp Knowledge Graph

    Knowledge graph, web semantico e SEO

    Il 16 maggio scorso Google ha annunciato l’introduzione del Knowledge Graph, un nuovo approccio semantico del motore di ricerca “which will help you discover new information quickly and easily” (vi aiuterà a scoprire nuove informazioni in modo rapido e semplice); la svolta di Google rappresenta un ulteriore passo del colosso di Mountain View verso la […]

  • Foto hcard

    hCard: il biglietto da visita digitale

    Dalla nascita del web semantico culminato con il progetto Schema.org i vari motori di ricerca hanno cercato di fornire risultati sempre di più basati sulla ricchezza dei contenuti; ciò è reso possibile dai nuovi microformati applicabili alle pagine xhtml in grado di fornire informazioni aggiuntive sulla tipologia di contenuti. In pratica i microformati “etichettano” il […]

  • Come utilizzare il Tag rel="author"

    Articolo liberamente tradotto da Everything you need to know about rel=”author”.

    Il tag rel=”author” è un markup che permette di “concentrare” in un unico posto tutti gli articoli che hai scritto e che sono sparsi su Internet.

    In questo articolo, sto per dirvi tutto ciò che occorre sapere sul tag author tra cui il motivo perché è importante e i possibili scenari futuri in cui questo tag verrà utilizzato per migliorare il vostro “brand” personale. Ciò è particolarmente importante se si è coinvolti nella creazione di contenuti e si sta provando a creare un marchio personale.

    Per la persona che non conosce l’HTML, il rel =”author” / rel=”me” non è altro che un linguaggio marcatore che aiuta i motori di ricerca nel definire chi è l’autore di un articolo. Prima di entrare nello specifico e spiegarvi come applicare tecnicamente il markup, voglio aiutarvi a capire perché bisogna prenderlo in considerazione. Facciamo finta che siete degli esperti in un argomento e avete scritto articoli per una varietà di siti web su quell’argomento. Prima del tag rel=”author”, gli articoli che avevate scritto sul web erano frammentati e disgiunti, senza un posto centralizzato in cui si stabilisse che l’autore di tali articoli foste voi.

    Il risultato era che si poteva benissimo essere un esperto in un campo, ma oltre il proprio sito web, non c’era modo per i motori di ricerca di ” unire i puntini” di tutti i vari luoghi in cui si era scritto.
    Il rel=”author” raggruppa tutti gli articoli che avete scritto che sono sparsi su Internet in un posto.
    Quel posto è il vostro profilo su google. (Arriveremo in che quando esploriamo il “come è”)

    Perchè il rel=”author” è importante?

    Ci sono un paio di ragioni per cui il markup author dovrebbe essere tenuto da conto. La prima ragione è che quando si è implementato corretamente il mark up, ogni volta che qualcuno utilizza la ricerca e vi capita di essere nei risultati, la vostra immagine del profilo potrebbe essere proprio accanto al vostro articolo; ciò aumenta le probabilità di un click sul vostro profilo.

    Un’altra ragione per cui dovreste prendere in considerazione il tag rel=”author” è che verificando che siete gli autori originali di una pagina, sarà più probabile che siate accreditati come autori. In sostanza date al vostro contenuto un aiuto affinché non possa essere rubato da qualcun altro e magari finire posizionato davanti a voi nella serp.

    La ragione principale è però ciò che che potrebbe accadere in futuro. Alcuni hanno teorizzato che in futuro Google potrebbe assegnare un valore di classificazione al tuo profilo di Google che potrebbe potenziare i singoli contenuti che si scrivono. In altre parole, se si mira ad essere considerato un esperto di motori di ricerca, allora la vostra pagina profilo autore potrebbe essere il collegamento tra tutti i vostri articoli “là fuori” e le vostre skills. In sostanza, la vostra esperienza vi seguirà dovunque andiate sul web.

  • Rich snippets per le liste

    Rich snippets for list pages,così Google ha chiamato il nuovo formato di rich snippets inserito negli ultimi giorni ed annunciato da Raj Krishnan, Product Manager di Google, il 26 agosto in un post. Ma di cosa si tratta? Come spiega lo stesso Raj Krishnan: Gli snippet hanno lo scopo di fornire maggiori informazioni sul contenuto […]

  • Web semantico, rich snippets e Schema.org

    Agli inizi di giugno 2011 Google, Yahoo e Bing hanno annunciato la nascita di Schema.org, un progetto nato con lo scopo di creare un nuovo “linguaggio universale” di dati strutturati per creare un “vocabolario” comune e condiviso dai motori di ricerca. Ma cosa significa nello specifico? Facciamo un passo indietro. Da sempre il web cerca […]